• Zetaesse

And they come flooding back

di ŞIRIN BAHAR DEMIREL



"And they come flooding back", handmade collage su carta fotografica, 2020


In fondo non siamo mai del tutto soli. Le generazioni che ci hanno preceduto, il luogo in cui viviamo e le presenze intorno a noi sono i frammenti che ci compongono. Siamo degli stormi formati da moltitudini di storie e legami che brulicano dentro di noi.



"In a word, the places in which we live, live in us. More precisely, those places live in our bodies, instilling an eerie sense of our own embodied selves as being the sites of a spatial history that is visible and invisible, present and absent."

DYLAN TRIGG, The Memory of Place: a Phenomenology of the Uncanny





*ŞIRIN BAHAR DEMIREL

È un’artista visiva turca le cui opere esplorano temi come quelli della memoria, del passato e del significato di casa attraverso la loro relazione con luoghi e oggetti. Ha studiato cinema a Istanbul e ha conseguito l’MA in Direzione artistica dei progetti culturali presso l’Università Paul Valéry di Montpellier. Ha partecipato a vari festival e mostre collettanee tra cui Ars Electronica Festival di Linz; Transmediale Art&Digital Culture Festival di Berlino; Kassel Documentary Video and Film Festival. Attualmente vive e lavora nei Paesi Bassi.

Sirinbahardemirel.com

Instagram


Zetaesse

ISSN 2611-5433

Non perdere mai un aggiornamento

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco Twitter Icon
  • Bianco Spotify Icona
  • Bianco RSS Icon